COSA CAMBIA NEL RINNOVO DELLA PATENTE

Posted by GTR Car Service
Categoria:

Il rinnovo della patente è un’operazione che, conoscendo bene il dove, il come e il quando può diventare semplice e addirittura veloce e più economica di quel che si pensi. Ecco i dettagli.
Rinnovo della Patente
Sommario
Il rinnovo della patente, per semplicità parliamo della sola patente B, è un’operazione che dobbiamo compiere ad intervalli di tempo piuttosto lunghi:
ogni 10 anni fino ai 50 anni di età;
ogni 5 anni per età compresa tra 50 e 70 anni;
ogni 3 anni per età compresa tra 70 e 80 anni;
ogni 2 anni oltre gli 80 anni.
Regola del compleanno
Per il rinnovo della patente vale la “regola del compleanno”: la scadenza dei documenti di identità deve coincidere con il compleanno del possessore. Ma niente paura, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha chiarito che bisogna rinnovare la patente rispettando la scadenza segnata sul documento e che la “regola del compleanno” si applica a partire dal rinnovo successivo. Dunque vedrai la tua data di compleanno nel campo relativo alla scadenza.
Facciamo un esempio: la mia patente scade il 15 marzo 2017, il mio compleanno invece è il 5 giugno. Questo significa che dovrò presentarmi per il rinnovo entro il 15 marzo, come indicato sulla patente, e sul nuovo documento la scadenza sarà il 5 giugno 2027, la data di compleanno immediatamente successiva al compimento dei 10 anni dall’ultimo rinnovo.
Spariti i tagliandi adesivi
Il 1° gennaio 2014 è entrata in vigore la nuova procedura per ottenere il rinnovo della patente.
La nuova normativa prevede l’eliminazione dei tagliandi adesivi poiché la vecchia patente viene sostituita da un nuovo documento dotato di maggiori standard di sicurezza e nuova foto del titolare. La patente nuova di zecca arriva mediante posta assicurata, direttamente a casa.
La procedura è identica a quella descritta nel paragrafo sotto “Modalità di rinnovo”, ma bisogna considerare tra i costi anche i 6,86 euro, da versare al ricevimento della nuova patente, per la posta assicurata. Per questa operazione si stima che ogni anno vengono così stampate ben sette milioni di tessere e la stampa delle patenti avviene a Roma, a livello centralizzato.
Modalità di rinnovo patente
Le modalità di rinnovo della patente non cambiano, almeno dal punto di vista del cittadino. Si deve seguire lo stesso iter a cui si era obbligati prima che entrasse in vigore la riforma.
È possibile procedere con il rinnovo a partire dal quarto mese precedente la scadenza, in sostanza se la tua patente scade a settembre, puoi rinnovarla già in maggio.
Per rinnovare la patente è necessario fare una visita medica, le possibilità sono molteplici, dal medico della ASL a quello dei Vigili del Fuoco, dal medico delle Ferrovie all’ispettore medico del ministero del Lavoro. Bisogna inoltre essere in possesso di alcuni documenti utili al rinnovo:
documento d’identità valido;
patente in scadenza o scaduta;
codice fiscale;
per i soggetti affetti da limitazioni visive correggibili con lenti: occhiali e/o lenti a contatto;
ricevuta del pagamento dei diritti sanitari;
attestazione del versamento di 10,20 € su conto corrente intestato al ministero dei Trasporti (il c/c 9001 è disponibile precompilato presso gli uffici postali);
attestazione del versamento di 16 € (la vecchia marca da bollo) sul c/c 4028, anche in questo caso il bollettino precompilato è reperibile direttamente alle Poste;
due foto formato tessera recenti.
Il medico, dopo aver accertato il possesso di tutti i requisiti psicofisici per una guida sicura, compilerà un modulo online, completo di firma e foto aggiornata del conducente, che verrà spedito alla motorizzazione civile.
Il dottore rilascerà, cosi, al titolare, una ricevuta completa di tutti gli estremi anagrafici e le informazioni del conducente, nella quale verrà riportata anche la nuova data di scadenza della licenza di guida. La ricevuta rimpiazzerà, in via provvisoria, la patente di guida nell’attesa che quest’ultima venga recapitata direttamente a casa del titolare. Il documento provvisorio ha una durata di 60 giorni. Ricordiamo nuovamente che il titolare riceverà una patente nuova in formato tessera e dovrà versare 6,86 euro per il ritiro della posta assicurata.
Rinnovo patente per gli over 80
C’è una particolare categoria di automobilisti che è tenuta a presentarsi ogni due anni per il rinnovo della patente: gli ultraottantenni. Una schiera di automobilisti sempre più consistente, vista la crescita della speranza di vita nel nostro Paese.
Ma gli over 80 sono tenuti ad ulteriori e particolari adempimenti in sede di rinnovo della patente, oltre a dover intensificare la frequenza delle visite mediche?
Il Ministero dei Trasporti dice di no. Gli ultraottantenni devono effettuare, ogni due anni, l’accertamento dei requisiti psico fisici presso i consueti sanitari abilitati previsti dall’articolo 119 del Codice della strada, come, ad esempio, i medici delle sezioni di medicina legale delle ASL, gli ispettori medici delle Ferrovie dello Stato o i medici militari.

link 1
link 2
link 3